Ci vediamo oggi a #pomeriggio5 da @carmelitadurso

DSC_0162

Nella prima parte della trasmissione, dopo le 15.30, con il protagonista della storia che racconterò, Samuele. E' stato invitato anche lui, si. Meno male che in quello studio è evidente che sono tanto tolleranti nei confronti dei bimbi. Ho spiegato che ha 2 anni e che non fa ciò che gli si chiede…ma lo sapevano benissimo. Ok, allora va bene! Ciò che conta è che sia a suo agio e che possa uscire quando desidera ( la tata Lisa sarà dietro le quinte) e che io possa raccontare e spiegare.

Commenti

Ti ho vista ieri

Ritratto di Daniela

e non sono riuscita a trattenere le lacrime. Grazie Paola per la tua testimonianza: stamattina invierò una mail al nostro assessore all'istruzione e chiederò che venga organizzato un corso della CRI non solo per i cittadini ma soprattutto per le maestre delle scuole materne.
Samuele è sempre più bello, ma già lo sai!
Un abbraccio grande grande

Brava due volte!!

Ritratto di amerikanodicoppa

Paoletta, Santo Cielo, erano 2 settimane che non davo un'occhiata al tuo blog, causa latitanza per ferie, e mai avrei immaginato di leggere una notizia come quella della disavventura che hai dovuto affrontare...

Devo dirti brava due volte: non solo per come hai saputo gestire alla perfezione l'emergenza, ma anche per la risonanza che hai successivamente dato alla vicenda, pubblicizzando l'episodio e con esso, indirettamente, il programma dei corsi di pronto soccorso che vengono tenuti dalla Croce Rossa Italiana.

Come ben sai, sono un convinto sostenitore della necessità di diffondere quanto più possibile l'EDUCAZIONE SANITARIA, che comprende non solo le nozioni utili per fronteggiare correttamente situazioni di pericolo, ma anche tutte le informazioni che andrebbero conosciute per abituarsi a prevenire (che è meglio che curare) i problemi di salute.

Secondo me, questo importantissimo argomento dovrebbe diventare una MATERIA SCOLASTICA nel ciclo dell'obbligo: per ora è un sogno, ma non così difficile da realizzare, anche perché il risparmio in spesa sanitaria che può indurre non solo coprirebbe abbondantemente i costi realizzativi, bensì genererebbe alla lunga un grande risparmio... speriamo che prima o poi qualche politico illuminato se ne renda conto.

Ma in attesa che questa mia ipotesi si concretizzi, credo che proprio persone come te, che per professione hanno a disposizione un microfono e quindi la visibilità e le possibilità divulgative tipiche di un mass media, possano fare davvero molto in proposito.

La vita e la salute sono beni di valore inestimabile, che soltanto la cultura sanitaria può salvaguardare.

Un bacione al tuo piccolo Ometto, sempre più bello, con la speranza che abbia già superato lo choc dovuto all'incidente.

Carlo

P.S. - Ci fosse da rimboccarsi le maniche per qualche iniziativa al proposito, io sono ovviamente disponibile
;-)

grazie

grazie Paoletta, grazie di cuore per il tuo racconto e la condivisione di un momento così drammatico per una mamma, ho sofferto come se fosse capitato a mio figlio.

pochi giorni fa una mia collega mi racconta con la stessa angoscia l'esperienza vissuta la sera prima con il figlio di 7 anni che per poco non muore soffocato per aver ingoiato la mozzarella fusa...non è il primo che si sente, ma lui ha avuto la fortuna di "scamparla".

quante volte in passato mi sono sentita impotente davanti al mio bambino che si era strozzato per la pappa, per un boccone non masticato, ingoiato frettolosamente, data l'inesperienza dei primi anni di vita.

e quante volte poi ho battuto forte sulla sua schiena riuscendo a fare solo quello presa dal panico e per istinto, ma sbagliando, perchè so che quello non è il modo giusto per affrontare una situazione drammatica come il un bimbo che rischia il soffocamento, ma solo grazie a te oggi ho avuto l'occasione di scoprire i corsi della CRI.

mi sono informata e ne fanno parecchi a Milano e Interland per cui ho predisposto una bella e-mail per le mie amiche mamme invitandole a partecipare ai corsi e il 1 ottobre si comincia con una lezione informativa presso un nido della mia zona.

ho trovato tanti consensi e tante amiche che mi hanno ringraziata per aver divulgato e promosso l'iniziativa, ma il merito è solo tuo, e allora io ringrazio te! BRAVA! hai dato valore al tuo essere famosa e personaggio pubblico, complimenti!

un abbraccio e un bacio al tuo piccolo biondino meraviglioso!

Marghe