Primavera calda.

Si qui il tempo è bellissimo. Io non mi rendo conto del caldo perché ho sempre i brividi per la febbre che non vuole andare via. Ma ci sono più di 20 gradi e il sole che scotta come in una calda primavera.
Ho messo il naso fuori di casa del mio papà per rincorrere Samuele. Anche oggi non ha voluto saperne di stare con nessuno. Quindi nonostante la mia super tonsillite, mi tocca fare la mamma a tempo pieno. L' aria è...buona! Lo dico come per un pezzo di torta: ha sentore di buono! Ci sono fiori in anticipo di mesi. Il che non è una gran cosa.
Comunque la febbre non è più super alta. Mi fa ben sperare. Eppure la gola è sempre un incendio. Passerà, passerà. Domani torno a casa. Preso il biglietto. Il medico dice che non dovrei avere più febbre.
Il problema è che io allatto ancora è non posso prendere antinfiammatori, altrimenti sarei già à cavallo! Il 16 fa 16 mesi e io allatto ancora.

Commenti

E ALLORA AUGURI AL PICCOLETTO!!!

Ritratto di lauretta77

per i suoi 16 mesi di vita!!

e già che sfiga...niente medicine ma tanta sopportazione

peccato che non stai bene altrimenti con il bel clima sai che scampagnate?

un abbraccio e un augurio che tutto passi veloce!

ps. cmq anche qui non fa così freddo ancora...(domani sicuro brina....)

 

 fare la mamma è bellissimo

Ritratto di mammagio

 fare la mamma è bellissimo (io ne ho tre) ma anke estenuante.....ma quello ke ti da un figlio nn te lo darà mai nessun altro!!!!

ti avranno dato un mare di consigli x staccare Samu dalla tetta...ti racconto quello ke è successo a mia cognata.....la piccola era una cozza sempre attaccata alla tetta...lei voleva staccarla e si faceva un mare di paturnie x' aveva paura ke la piccola soffrisse e piangesse tanto.....decisa una sera nn le ha dato più la tetta....ha painto un giorno e la sera dopo...poi x magia basta nn l'ha più cercata e ha imparato a prendere il bibe

la cosa ke ti posso dire è ke devi essere convinta tu...Samu pingerà??? si lo farà ma poi passa!!!

io nn faccio testo x' cn tt e tre tolta la tetta dalla mattina alla sera e loro??? nn hanno fatto una piega Hanno magiato tranquillamente il latte dal bibe!!!

buona guarigione e un bacino a entrambi

MammaGio

Considerazioni terapeutiche

Ritratto di amerikanodicoppa

Ciao Paoletta, spero che tu da oggi sia completamente sfebbrata, altrimenti mi sa che devi cambiare l'antibiotico: infatti, se in terza giornata di terapia continui ad avere ancora fenomeni importanti, significa che nel tuo faringe hai "coltivato" un ceppo batterico davvero mefitico e super-resistente (ogni tanto capita), o forse che hai assunto un dosaggio del farmaco non adeguato.

Comunque, anche se allatti, il paracetamolo puoi prenderlo tranquillamente; altrimenti, in situazioni come questa, funzionano di solito molto bene le compressine di R1 IMO.  Ne devi sciogliere 2 alla volta sotto la lingua, prima ogni 60'-90' minuti, poi via via che stai meglio meno frequentemente... Unico avvertimento: non bere o mangiare nei 15' successivi all'assunzione, altrimenti corri il rischio di vanificarne l'efficacia.

Mi associo ai complimenti per Samuele, che è sempre più bello, però fai attenzione alla (troppa) liquirizia, perchè se esagera gli potrebbe alzare eccessivamente la pressione.

Auguri di pronta guarigione.

Carlo

 

 

Che ricordi!!

 Paola...quanto mi ricordi la sottoscritta 2 anni fa!! 

Ho allattato mio figlio fino a 17 mesi e fino ad allora mai che io abbia dormito più di 3-4 ore di fila per notte. Non sapevo più come fare e non riuscivo a togliergli il seno, cercava me continuamente appena ero nei paraggi. 

Nell'Agosto 2010 ho provato il rimedio della nonna (non ridete! ) impacchi di abbondante aceto sui capezzoli quando era un po' stanco, l'ho preso in braccio, lui istintivamente ha cercato di attaccarsi, mi ha guardata e detto "BLEAAAAAHHH! CHIFFFO..." Gli ho spiegato che forse il latte della mamma era diventato cattivo, che succede quando si diventa grandi. Sai che ti dico? Io temevo sceneggiate, pianti....invece se n'è andato a giocare e non ha più chiesto niente. La notte con scarsa convinzione ha provato a chiamarmi, io ho di nuovo "condito l'insalata" e lui s'è rimesso a dormire tranquillo dicendo "NO, no..." e spingeva via. Da allora a casa nostra abbiamo iniziato a dormire: certo non posso dirti sempre e bene. C'è sempre o l'influenza o la pipì notturna o l'incubo che rovina la festa, ma se non c'erano intoppi esterni da subito ha iniziato a dormire come un sasso! 

E io sono guarita dal supplizio (no, allattare non era più un piacere con tutti quei denti!). Ti sono vicina...un abbraccio!!